Benvenuti
Dojo
Pratica
Lignaggio
M° Taisen Deshimaru
AZI
Trasmissione
M° Roland Yuno Rech
ABZE
Approfondimenti
Centri AZI
Appuntamenti
Attività
Archivio
Correlazioni
Links
Il Maestro Roland Yuno Rech

Il Maestro referente del Dojo Zen Sanrin è Roland Yuno Rech, discepolo diretto del Maestro Taisen Deshimaru e responsabile del Tempio Gyobutsu-Ji di Nizza.

Il Maestro Roland Yuno Rech è nato nel 1944.
Si è laureato in Scienze Politiche e poi in Sciences Humaines Cliniques presso l'Università di Parigi.
Alla fine di un lungo viaggio in giro per il mondo, ha incontrato la pratica dello Zen in un tempio di Kyoto.
Tornato in Francia, nel 1972 è diventato discepolo del Maestro Deshimaru e, seguendone le indicazioni, ha ripreso la sua attività lavorativa nell'organico di una industria per sperimentare la dimensione della pratica nella vita quotidiana, economica e sociale.
Nel 1982, alla morte del Maestro Deshimaru, si è votato principalmente alla pratica e all'insegnamento dello Zen in seno alla Association Zen Internationale, di cui è stato Presidente fino al 1994.
Nel 1984 il Maestro Niwa Rempo Zenji, Abate del Tempio di Eihei-ji, ha riconosciuto ufficialmente la missione del Maestro Deshimaru e accordato la Trasmissione del Dharma (shiho) a tre dei suoi discepoli più anziani tra cui Roland.
Attualmente è Vice Presidente della Association Zen Internationale e Vice Presidente della Union Bouddhiste de France.
Insegna al Dojo di Nizza, al Tempio de La Gendronnière e nelle sesshin organizzate dai Dojo affiliati all'AZI, attraverso conferenze, risposte alle domande dei discepoli (mondo) e soprattutto kusen durante gli zazen.

Vedi la sezione dei kusen e dei video del Maestro Roland Yuno Rech.




E' difficile dire
se siamo noi a scegliere la Via
o se è la Via che ci sceglie,
se è un processo conscio o inconscio.
Penso che a un certo punto avvenga
un incontro con la Via, o con il Maestro,
e veniamo assorbiti da questa via
che ci è del tutto congeniale,
che è proprio ciò che cerchiamo.
Nel mio caso c'era una ricerca cosciente,
ma lo zazen mi si è imposto
nel momento in cui non avevo più scelta.